Obiettivi formativi

Il Corso di Laurea in Ortottica ed assistenza oftalmologica ha lo scopo di preparare laureati che abbiano acquisito le basi per la comprensione qualitativa e quantitativa dei fenomeni biologici e patologici, i principi della fisiopatologia necessari per svolgere attività di trattamento riabilitativo ortottico nei disturbi della motilità oculare e della
visione binoculare, i principi della rieducazione di handicap della funzione visiva e le basi per potere eseguire tecniche di semeiologia strumentale oftalmologica.
I laureati in Ortottica ed Assistenza Oftalmologica devono essere in grado di:
1. Progettare e realizzare, in collaborazione con altri professionisti, interventi di promozione della salute, di screening e prevenzione dei disturbi della vista, di diagnosi
precoce rivolti al singolo ed alla collettività
2. Pianificare, realizzare e valutare le attività tecnico-diagnostiche relative alla valutazione psicofisica della funzione visiva, alla refrattometria oggettiva e soggettiva, alla
qualità e alle caratteristiche degli aspetti sensoriali e motori della visione binoculare normale e patologica, alla elettrofisiologia, alla diagnostica per immagini statica e dinamica dell'occhio.
3. Pianificare, realizzare e valutare le attività di rieducazione della visione e definire gli obiettivi di tale rieducazione tenendo conto della patologia, dei bisogni educativi e delle necessità della persona.
4. Contribuire alla programmazione ed organizzazione della raccolta delle informazioni diagnostiche e del processo produttivo, ivi compresa l'analisi dei costi, l’introduzione di nuove tecnologie e materiali, l'identificazione e la correzione di fattori che possano influenzarla.
5. Realizzare e assicurare il controllo di qualità delle prestazioni fornite ed identificare gli interventi appropriati per raggiungere o mantenere i livelli qualitativi previsti.
6. Agire in modo coerente con i principi disciplinari, etici e deontologici della professione nelle diverse situazioni previste nel progetto formativo.
7. Riconoscere e rispettare i ruoli e le competenze proprie e delle altre figure professionali al fine di assicurare la migliore funzionalità del processo diagnostico/terapeutico.
8. Dimostrare capacità didattiche orientate all'attività tutoriale rivolta gli studenti in tirocinio e alla formazione del personale.
Particolare rilievo, come parte integrante e qualificante della formazione professionale, riveste l’attività formativa pratica e di tirocinio clinico acquisita con la guida di tutori appartenenti allo specifico profilo professionale, coordinata da un docente appartenente al più elevato livello formativo previsto per il profilo professionale di Ortottista ed
assistente in oftalmologia adeguata allo standard formativo specificamente disposto dalla normativa e direttiva dell'Unione Europea. Il monte ore complessivo, necessario per la formazione della figura professionale di Ortottista ed assistente in oftalmologia deve essere comunque adeguato allo standard formativo specificamente disposto dalla normativa dell'Unione Europea.

PERCORSO FORMATIVO:
L’insieme delle conoscenze che saranno acquisite dal laureato, pari a 180 CFU, costituiranno il bagaglio culturale, scientifico e relazionale necessario ad acquisire la piena competenza professionale e a comprendere, affrontare e gestire gli eventi patologici che richiedono l’intervento riabilitativo e/o terapeutico in tutte le fasce d’età. Tali conoscenze saranno conseguite dagli studenti mediante la partecipazione a lezioni frontali, al tirocinio formativo (durante il quale saranno seguiti da docenti e tutor) ed attraverso lo studio personale delle materie offerte dal Corso di Laurea.
In particolare, tramite le competenze biochimiche, fisiche, statistiche, informatiche, biologiche, farmacologiche, anatomo-fisiologiche, istologiche, genetiche, patologiche e relative alle scienze infermieristiche lo studente conseguirà una solida base di conoscenza degli aspetti e del